L’agenda ACS sulla politica dei trasporti 2022

20.02.2022

La nostra agenda 2022 sulla politica dei trasporti include tutta una serie di tematiche fondamentali per il futuro della mobilità individuale. La questione delle zone con limite 30 continuerà ad essere un punto centrale, così come la nuova legge rivista sul CO2 e il mobility pricing, presente nella nostra agenda della politica dei trasporti già da molto tempo.

Revisione parziale dell’ordinanza sulla segnaletica stradale
Questa revisione parziale, attualmente in procedura di consultazione, include due tematiche particolarmente spinose che avranno delle importanti conseguenze sul traffico stradale, soprattutto nelle città. Si tratta dell’introduzione semplificata delle zone con limite 30 km/h e del car sharing. In futuro, sarà possibile istituire queste “zone 30” e “zone di ritrovo” per il car sharing senza una valutazione preventiva degli esperti. Questo regolamento darebbe alle autorità competenti la libertà di introdurle a loro discrezione, rendendo la guida nelle loro città o comuni meno attraente e agevole. È stata inoltre valutata la possibilità per il car pooling di utilizzare delle corsie separate (una corsia ad uso esclusivo oppure una corsia per gli autobus). Siamo tuttavia critici nei confronti di questo regolamento: da un lato, sarà difficile garantirne il controllo. Dall’altro, una corsia dedicata al car sharing vorrebbe dire privare di una corsia tutti gli altri utenti della strada, vale a dire la stragrande maggioranza. Il flusso del traffico ne sarebbe ulteriormente ostacolato.

Legge rivista sul CO₂ 2.0
Dopo il NO alla revisione totale della legge sul CO₃ il 13 giugno 2021, il DATEC ha presentato una nuova versione, una sorta di legge sul CO₂ rivista 2.0, per la consultazione poco prima di Natale. Questa edizione prende a riferimento il dialogo costruttivo tra il DETEC e le associazioni di trasporto dopo il rifiuto della versione precedente. Nella nuova legge, gli oneri aggiuntivi saranno eliminati. Siamo particolarmente soddisfatti di questo risultato ed è proprio per questo che ci siamo impegnati nella campagna del referendum. Ovviamente esamineremo questa nuova edizione e, insieme alle nostre sezioni, prepareremo una risposta in vista della consultazione.

Revisione della legge sulla circolazione stradale
Con la revisione della legge sulla circolazione stradale, il DATEC sta considerando anche degli aggiustamenti a Via Sicura, tra cui l’abbandono delle disposizioni sui registratori di dati e sugli etilometri con blocco avviamento. Siamo stati a favore di questa abolizione fin da subito e naturalmente accogliamo con favore queste prossime modifiche. In più, dev’essere sancita dalla legge anche un’applicazione più flessibile del divieto di gare su circuito in Svizzera. Questo è naturalmente nel nostro interesse, non da ultimo perché lo sport automobilistico è un pilastro importante nello sviluppo tecnico di vari sistemi di azionamento e di automazione. Siamo convinti che anche lo sport motoristico debba avere le stesse opportunità in Svizzera. L’ACS ha potuto presentare i punti della sua posizione durante un’udienza con i membri della Commissione delle telecomunicazioni e dei trasporti del Consiglio nazionale (CTT-N). Il progetto di legge sarà probabilmente all’ordine del giorno della sessione primaverile del Consiglio nazionale.

Mobility Pricing
La scorsa primavera, il Consiglio federale ha pubblicato e messo in consultazione la sua proposta di legge federale sui progetti pilota di mobility pricing. Nella sua risposta alla consultazione, l’ACS ha respinto la legge nella sua forma attuale, elencando al contempo tutta una serie di condizioni per le quali potrebbe essere a favore di tale legge. Per l’ACS è fondamentale che vengano approvati solo progetti pilota che coprano tutte le modalità di trasporto. Tenendo conto solo del traffico motorizzato individuale come allo stato attuale della legge, non si tratta più di mobility pricing, ma di un vero e proprio road pricing, che rifiutiamo categoricamente.

Naturalmente, l’elenco di cui sopra non è esaustivo. Continueremo a lavorare su tutte le questioni che consideriamo rilevanti per la politica dei trasporti al fine di rappresentare gli interessi degli automobilisti.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen