Progetti di trasporto delle Camere federali nella sessione estiva 2019

03.06.2019

Le due camere

18.065: Traffico d’agglomerato. Crediti d’impegno a partire dal 2019

e

18.066: Strade nazionali 2020-2023, fase di potenziamento 2019 delle strade nazionali e credito d’impegno. Limite di spesa

L‘ACS appoggia questi crediti d’impegno per i seguenti motivi:

  • Con gli attuali progetti di ampliamento della rete stradale nazionale, il Consiglio federale intende eliminare gli imbottigliamenti esistenti ed evitarli in futuro. L’ampliamento si concentra sugli agglomerati urbani. In questo modo, verranno realizzati progetti urgenti e molto avanzati in tutte le regioni del paese.
  • Dal nostro punto di vista, il completamento della rete stradale nazionale è urgente e deve essere attuato come previsto dal Consiglio federale. Bisogna evitare qualsiasi ritardo. Pertanto, questi crediti d'impegno dovrebbero essere accettati dal Parlamento.

Consiglio nazionale

17.3569: Mozione (Allemann) Hardegger – ZTL (Zone a traffico limitato) per la protezione dall’inquinamento

L’ACS respinge questa mozione per i seguenti motivi:

  • Le ZTL causerebbero la formazione di traffico alternativo e dirottamenti nelle aree circostanti. Non rappresentano quindi un contributo positivo al miglioramento della qualità dell’aria.
  • L’onere amministrativo per la creazione di tali zone sarebbe troppo alto.

17.3570: Mozione (Allemann) Hardegger – La salubrità dell’aria è un bene importante. Introdurre senza termini transitori norme antinquinamento più severe per i veicoli diesel

L’ACS respinge questa mozione per i seguenti motivi:

  • L’ACS è contro la denigrazione e la discriminazione di un’unica categoria di propulsione dei veicoli.
  • Grazie ai veicoli diesel, le emissioni di CO2 sono state notevolmente ridotte.
  • A nostro avviso, non c’è motivo di introdurre norme di emissione più severe per i veicoli diesel. In particolare, i veicoli di ultima generazione non hanno impatti negativi sull’ambiente. 
  • ACS supporta lo sviluppo di tutte le diverse tecnologie di propulsione per garantire che la giusta tecnologia venga applicata nel modo e nel posto più giusto
  • Per tutti i veicoli dev’essere considerato anche il bilancio energetico dell’intero ciclo di vita, a prescindere dalla categoria di propulsione.

Consiglio degli Stati

17.462: Iniziativa parlamentare Rutz Gregor - Non impedire la fluidità del traffico sulle grandi arterie stradali

L’ACS appoggia l’iniziativa parlamentare di Gregor Rutz per i seguenti motivi:

  • Tenuto conto dell’aumento della circolazione stradale, occorre continuare a garantire la fluidità del traffico sulle principali assi di trasporto.
  • L’ancoraggio legale di un limite generale di velocità di 50 km/h sulle strade principali è l’unico modo collaudato per garantire il rispetto della gerarchia stradale.
  • Precisando che questo principio può essere eluso solo per motivi di sicurezza – e in particolare non per motivi di protezione dal rumore – si pone un termine all’introduzione arbitraria di un limite di velocità di 30 km/h.
  • I limiti di 30 km/h su queste strade orientate al traffico ostacolano il raggruppamento del traffico e, al contrario, causano più rumore, traffico collaterale e una diminuzione della sicurezza nei quartieri.
  • Oltre alle strade nazionali, la Confederazione investe nel traffico d’agglomerato in tutta la Svizzera per migliorare il flusso della circolazione. Per questo motivo, i Cantoni sono tenuti a garantire la scorrevolezza del traffico.

19.3084 Interpellanza Caroni – A quando la patente e i documenti di viaggio elettronici?

L’ACS sostiene gli sforzi per la digitalizzazione delle patenti di guida e dei documenti di viaggio per i seguenti motivi:

  • Le patenti di guida digitali e i documenti di viaggio digitali devono essere accettati non solo in Svizzera ma anche all’estero. La loro introduzione è giustificata solo se viene garantita questa condizione.
  • I periodi transitori dovrebbero essere fissati in modo tale che i documenti di viaggio esistenti non possano essere sostituiti dai documenti di viaggio elettronici solo dopo la scadenza del loro periodo di validità dei documenti esistenti.
  • Dev’essere garantita una scadenza corrispondente anche per la patente di guida elettronica. Inoltre, il costo del passaggio alla patente elettronica dev’essere mantenuto quanto più basso possibile.

19.3083 Interpellanza Caroni – Sigla distintiva “CH” nella targa. Un accorgimento che evita di modificare la Costituzione

L’ACS rigetta una modifica costituzionale che prevede un’integrazione della sigla distintiva adesiva CH nella targa, per i seguenti motivi:

  • La sigla di nazionalità deve essere apposta solo per i viaggi all’estero. L’adesivo CH esistente soddisfa pienamente la sua funzione, è facile da usare ed economico.
  • Una modifica costituzionale per incorporare la sigla CH nella targa d’immatricolazione è del tutto esagerata. La sostituzione delle targhe di tutti i veicoli immatricolati comporterebbe costi elevati e un enorme sforzo amministrativo. Allo stesso tempo, si pone la questione di chi dovrebbe pagare per queste modifiche.
  • Un'integrazione del segno CH potrebbe rivelarsi appropriata in un secondo tempo, nel caso in cui le targhe d’immatricolazione debbano essere ridisegnate, come ad es. per motivi di capacità.
Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen