Un tipo senza troppi complessi

Test: Porsche 718 Boxster GTS 4.0

La 718 è probabilmente la più disinvolta di tutte le Porsche. Non deve emulare una leggenda come la 911, non è il desiderio della e-generation come la Taycan, non è destinata ad un uso business come la Panamera e non dev’essere ricaricata artificialmente come la Cayenne o la Macan. Il 718 è uno status symbol senza volerlo essere.

Insieme alla 718 Spyder e alla 718 Cayman GT4, la Porsche 718 Boxster GTS 4 che abbiamo testato è una novità nel suo genere. Mentre gli altri modelli a benzina della gamma, prodotti dell’azienda di Stoccarda, sono ora tutti alimentati da motori turbo o biturbo, sotto la scocca di questa vettura sportiva romba un motore centrale a sei cilindri di grande cilindrata (3.995 cc).

Emozioni forti alla guida

Il cambio manuale a sei marce offre un’esperienza di guida emozionante, esaltata dal tettuccio aperto soprattutto sulle strade di montagna, come il Col des Rangiers nel Canton Giura. Ma la Porsche versione d’ingresso farebbe un’ottima figura anche su una pista da corsa! Lo sprint standard da 0 a 100 km/h di questa vettura sveva, particolarmente grintosa nella colorazione verde pitone, avviene in 4,5 secondi. La velocità massima è di 293 km/h. Ancora più importanti sono il telaio sportivo di serie e un abbassamento di 20 millimetri, che permettono alla nuova generazione GTS di offrire un perfetto equilibrio tra tensione sportiva e comfort quotidiano. Durante la nostra prova su strada, il consumo medio di carburante è stato di 9,3 litri/100 km, inferiore alle specifiche di fabbrica.

Complimenti, ottimo acquisto!

Indubbiamente, la 718 Boxster GTS 4.0 risulta convincente anche per il suo sistema frenante idraulico a doppio circuito con servofreno e per il sistema di lubrificazione a carter secco con pompa dell’olio, che può essere regolato a seconda delle esigenze. Ma questa Porsche offre anche cose più semplici che deliziano il guidatore, come il display standard da 7 pollici, che supporta i dati di navigazione con immagini satellitari dettagliate. Divertenti sono anche i portabicchieri telescopici o la sorpresa di ricevere i complimenti per l’acquisto dal comune rurale di Worb, nel cantone di Berna! Le finiture perfette degli interni sono una festa per gli occhi e ogni cucitura decorativa è una piccola opera d'arte. La 718 Boxster si presta ad un uso quotidiano anche per la sua capote, che a differenza della 718 Spyder, si apre e si chiude con disinvoltura in modo completamente elettronico, senza bisogno di alcun intervento manuale.

OPINIONE

Considerata talvolta ironicamente la entry-level della Porsche, la 718 Boxster è in realtà un gran bel modello, soprattutto nella sua versione GTS 4.0. Con il suo motore Boxer aspirato, che sviluppa 400 CV, il piacere alla guida è una garanzia in qualsiasi situazione e velocità. Ma la cosa realmente interessante di quest’auto è che non si fa complessi. La 718 Boxster GTS 4.0 può fare praticamente tutto, ma non è obbligata a fare nulla.   Potente auto sportiva, comodo veicolo per uso quotidiano, fresca cabriolet o opera d’arte su quattro ruote? Quest’auto è tutto questo e molto di più, in qualsiasi momento lo si desideri.

Testo: Matthias Hafen

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen