Un divieto di guida all’estero può comportare una revoca della licenza in Svizzera?

Al volante della sua nuova auto sportiva, il signor Mario Rossi decide di fare una gita domenicale in una regione di un paese confinante. In un ristorante conviviale si concede qualche bicchiere di vino insieme a un buon pranzo. Al rientro in Svizzera oltrepassa un limite di velocità e incappa in un controllo della polizia. Quali conseguenze deve aspettarsi?

In generale, chiunque commetta un’infrazione sanzionata da una semplice multa non deve temere altre conseguenze né all’estero, né in Svizzera. Se tuttavia il conducente guida a una velocità molto elevata e/o è sotto l’influsso di alcol, oppure ha provocato un incidente, rischia una multa e il divieto di guida nel paese in cui si è verificata l’infrazione. Nonostante l’autorità competente all’estero non possa emettere un divieto di guida in Svizzera, il divieto all’estero avrà delle conseguenze sull’autorizzazione alla guida nel nostro paese? Potrebbe essere, ma non necessariamente.

L’autorità straniera può informare le autorità svizzere del divieto di guida emesso nel suo territorio. La stessa autorità verifica poi se il reato viene punito analogamente in Svizzera e se può essere classificato come un reato “medio grave” o “grave” secondo il diritto svizzero. Se questo dovesse essere il caso, la licenza di condurre viene revocata. Nel determinare la durata della revoca, le autorità svizzere tengono adeguatamente conto dei provvedimenti amministrativi ordinati all’estero. La durata minima della revoca può essere ridotta. Il divieto di guida all’estero e la revoca della licenza di condurre in Svizzera non possono essere più severi di quello che lo sarebbe qualora l’infrazione venisse commessa in Svizzera. Questo dipende anche dalle circostanze del caso. Nel fare ciò, si tiene conto non solo della durata del divieto di guida all’estero, ma anche dell’impatto che avrà sul trasgressore. Se la persona fa solo un viaggio all’anno nel paese in questione, viene colpita solo marginalmente dal divieto di guida. Se invece viaggia quotidianamente in quel paese per motivi di lavoro, la misura avrà un impatto molto più significativo. Di conseguenza, è possibile che per due casi diversi in cui è stato emesso lo stesso identico divieto di guida all’estero, la revoca della patente in Svizzera abbia una durata diversa.

Una regola speciale si applica a chi è considerata un primo trasgressore: in linea di principio, se una persona è considerata un primo trasgressore, la durata della revoca in Svizzera non può eccedere la durata del divieto di condurre all’estero. Ad esempio, se una persona non può guidare all’estero per un mese, non sarà soggetta a un’interdizione di tre mesi in Svizzera, nonostante sia previsto dalla legge svizzera in tale circostanza.

Cosa deve aspettarsi quindi il signor Rossi? A seconda della gravità dell’eccesso di velocità e del luogo in cui l’infrazione è stata commessa – all’interno di un centro abitato, fuori da un centro abitato o in autostrada – così come della concentrazione alcolica nel suo sangue, dovrebbe prepararsi a ricevere un divieto di guida all’estero. Se verrà emanato questo divieto di guida all’estero, potrà essere soggetto a una revoca della licenza di condurre temporaneo anche in Svizzera. Dovrà inoltre sottoporsi a un esame di medicina della circolazione stradale in caso di sospetti di alcolismo.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen