Promuovere la guida automatizzata

18.03.2022

Sedersi in macchina, far ruotare il sedile e mettersi al lavoro sul portatile, mentre la macchina procede da sola per andare da A a B... La guida automatizzata ci offrirà questa libertà in futuro? L’automazione sta facendo passi da gigante e già oggi ci permette di viaggiare senza troppo stress. Nell’ambito della revisione della legge sulla circolazione stradale, il Consiglio federale desidera regolamentare le basi per la promozione della guida automatizzata.

L'ACS accoglie con favore il progetto del Consiglio federale di inserire nella legge le basi che regolano la guida automatizzata. Dopo tutto, non si tratta solo dell’automazione in sé, ma della nostra mobilità futura. Una mobilità che funziona è il prerequisito per un’economia di successo ed è indispensabile per gestire la crescita della popolazione. Il traffico individuale motorizzato è spesso accusato di inquinare troppo, ignorando il fatto che gli sviluppi tecnici ottenuti dall’industria automobilistica negli ultimi vent’anni hanno ridotto del 49% le emissioni per km percorso.

L’ACS sostiene la promozione della guida automatizzata soprattutto per i seguenti motivi: da un lato, consente di aumentare ulteriormente la sicurezza stradale; dall’altro porterà ad un utilizzo ottimale dell’infrastruttura stradale. In questo caso, il suo contributo a favore dell’ambiente è prezioso.

Gli articoli di legge che si riferiscono alla guida automatizzata sono già stati discussi in modo controverso nella commissione dei trasporti del Consiglio nazionale. L’accesa discussione è continuata durante la sessione primaverile del Consiglio Nazionale del 2022. Vari membri del Consiglio, soprattutto quelli appartenenti al partito svizzero dei Verdi, si sono opposti avanzando varie proposte di minoranza. Con il pretesto di garantire una maggiore sicurezza stradale e una mobilità più rispettosa del clima, le richieste stavano andando in una direzione che avrebbe potuto portare ad un vero e proprio divieto di pensiero e di tecnologia. Per garantire la sicurezza stradale e una mobilità il più possibile rispettosa del clima è invece fondamentale permettere allo sviluppo tecnologico di andare avanti. In questo senso, la base legislativa per l’utilizzo di veicoli automatizzati sarà importante.

Nella commissione dei trasporti del Consiglio nazionale, l’ACS si era già impegnata a trovare una maggioranza su cui potesse poggiare questa parte della revisione della legge sulla circolazione stradale. Prima della sessione primaverile, abbiamo presentato un documento di posizione ai parlamentari borghesi. Siamo quindi lieti che alla fine, nonostante l’acceso dibattito, i vari articoli della legge sulla guida automatizzata siano stati adottati da una chiara maggioranza del Consiglio.

Per finire, ecco una buona notizia: durante la discussione della legge sulla circolazione stradale, spiccava all’ordine del giorno l’abolizione del divieto di gare su circuito, in vigore da oltre 60 anni. L’ACS era naturalmente a favore della revoca del divieto. Da un lato l’automobilismo è nel DNA del nostro club, dall’altro è un pilastro importante nello sviluppo tecnologico dei vari sistemi di propulsione e automazione. Con nostra grande soddisfazione, la maggioranza del Consiglio Nazionale ha votato per eliminare il divieto delle corse su circuito in Svizzera.

Potete contare sul nostro impegno per quanto riguarda queste due questioni. Lavoreremo per far sì che queste disposizioni della revisione della legge sulla circolazione stradale siano adottate dalla maggioranza del Consiglio degli Stati durante la prossima discussione.

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen