Infrazioni della LCStr con colpa grave: ho bisogno di assistenza giuridica?

La questione che affronteremo qui riguarda l’opportunità, ovvero la necessità, di un ricorso alla consulenza di un legale in caso di infrazione grave della Legge federale sulla circolazione stradale (nel prosieguo: LCStr).

Ci accingiamo tuttavia a trattare tale questione prendendo in esame le infrazioni «tipiche», come il superamento dei limiti di velocità o l’incapacità di condurre (stato di ebrietà o guida sotto l’influsso di stupefacenti), in assenza di lesioni fisiche e/o danni materiali.

Perché partire da queste fattispecie? Perché si tratta probabilmente dei casi più frequenti. E, infine, poiché l’infrazione non ha provocato danni materiali o fisici, l’interessato non si chiede se sia necessario ricorrere a un’assistenza giuridica. Spesso tali infrazioni sono percepite dall’interessato come comuni o «banali» e di conseguenza, si lascia che le pratiche seguano il loro corso.

Nella nostra esperienza, c’è una frase che è spesso pronunciata dai nostri clienti: «Se avessi saputo...»

Le infrazioni della LCStr, come il superamento dei limiti di velocità e la guida in stato di ebrietà sono considerate «infrazioni di massa». Ciò non toglie che tali infrazioni debbano spesso considerarsi come «veri e propri fascicoli giudiziari» che necessitano di una consulenza o un’assistenza giuridica. In casi come questi, superamento dei limiti di velocità accertato tramite regolare controllo radar o ebrietà qualificata, spesso «ormai la frittata è fatta». In altre parole, gli strumenti giuridici a disposizione saranno molto limitati e la condanna quasi inevitabile. Ciò detto, un breve incontro con un legale può rivelarsi opportuno per orientarsi al meglio quanto ai propri diritti e obblighi e per conoscere le conseguenze dell’infrazione.

Ma soprattutto, ed è su questo aspetto che desideriamo porre l’accento, è necessario non prendere alla leggera un’infrazione della LCStr per colpa grave se:

  • si hanno già dei precedenti. Qualora si abbiano dei precedenti occorsi durante il periodo di prova, il conducente è sicuramente chiamato a rispondere secondo il sistema a cascata previsto dalla LCStr. Si tratta di un sistema rigido con conseguenze spesso gravi al punto che una tale situazione rende opportuno, per non dire necessario, il ricorso a una consulenza giuridica seppur breve;

  • si è oggetto di una revoca a titolo preventivo della licenza di condurre. Tale revoca, spesso mal interpretata o minimizzata, è di frequente inflitta in caso di incapacità di condurre per superamento di determinati valori soglia quanto ad alcol e stupefacenti e fa parte di una procedura amministrativa cui fa seguito un’eventuale decisione di revoca per ragioni di sicurezza della licenza di condurre, basata su perizie di medici del traffico ecc. In sintesi, il consiglio è quello di non sottovalutare una decisione di revoca della licenza di condurre a titolo preventivo! È bene dunque ricorrere al più presto a un professionista e non attendere la decisione di revoca della licenza per ragioni di sicurezza prima di preoccuparsi della situazione. In tali casi la prevenzione è d’obbligo.

Un altro punto da sottolineare è che capita regolarmente che, dopo aver commesso un’infrazione grave, i conducenti considerino l’ordinanza penale emessa dal Ministero pubblico come un semplice verbale di contravvenzione. Tale documento è quindi in altre parole spesso sottovalutato soprattutto perché i giorni-ammenda (pena pecuniaria) sono spesso confusi con la semplice multa. Mai fare questo errore! Quando viene notificata un’ordinanza penale per colpa grave da parte di un procuratore, significa che si è commessa un’infrazione che corrisponde a un reato e che non si tratta di una semplice contravvenzione. Per evitare brutte sorprese, che spesso arrivano molti anni dopo, la faccenda deve essere presa sul serio ed è quindi decisamente opportuno contattare un legale.

Concludendo, è bene ricordare che le questioni relative alla circolazione stradale sono in tutto e per tutto materia di diritto e, nonostante si tenda a volte a banalizzare le infrazioni in questo campo, consultare un legale non deve essere ritenuta una pratica vana o superflua. Consigli puntuali, anche se veloci, possono spesso rivelarsi molto utili!

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen