Pronti per l’inverno!

La stagione fredda è arrivata in Svizzera. Per gli automobilisti, queste condizioni possono essere una vera e propria sfida. Ecco i consigli dei nostri esperti per una preparazione ottimale.

Pneumatici

Con il calo delle temperature, gli pneumatici invernali offrono un'aderenza migliore grazie alla miscela più morbida del battistrada. Questo significa un vantaggio in termini di sicurezza su strade bagnate, con fogliame o in presenza di ghiaccio. I pneumatici invernali, tuttavia, sono assolutamente indispensabili in caso di nevicate: il battistrada più aperto rispetto a quello estivo impedisce alla neve di accumularsi sul pneumatico. Gli automobilisti che guidano con pneumatici 4 stagioni pensano di dormire sonni tranquilli, ma sbagliano, perché numerosi test dimostrano che sono solo un compromesso e non potranno mai sostituire dei buoni pneumatici invernali.

Su neve e ghiaccio, è necessario aumentare la pressione degli pneumatici di 0,2 bar, aprendo ulteriormente il profilo a lamelle. Questo accorgimento li rende più aderenti e ha un effetto positivo sulla traiettoria, la frenata e la sterzata. D'altra parte, se la strada è prevalentemente asciutta o bagnata, la pressione degli pneumatici raccomandata dal produttore resta la scelta migliore.

Illuminazione

Un altro aspetto molto importante è l'illuminazione. Un sistema ben regolato e funzionante è fondamentale per la sicurezza e riduce il rischio d’incidenti. Le impostazioni dei fari devono essere controllate regolarmente e, se necessario, corrette dagli specialisti.

Liquidi

È fondamentale anche controllare il livello del liquido nel radiatore e la protezione antigelo del liquido di raffreddamento. Vale anche la pena controllare i tergicristalli. Se notate dei segni sul finestrino bagnato, i tergicristalli non sono più in buone condizioni. Si consiglia di pulire il bordo del tergicristallo con un panno su cui è stato applicato del detergente per vetri e poi controllare che i gommini non siano danneggiati. Se il risultato non migliora, i tergicristalli devono essere cambiati. Anche il livello dell'acqua nel tergicristalli dovrebbe essere controllato. Quando si fa rifornimento, è essenziale aggiungere l’antigelo all'acqua di lavaggio o mescolare da soli i concentrati. Una volta aperto il cofano, bisogna pulire le guarnizioni e le prese d’aria dalle foglie accumulate.

Se non c’è abbastanza antigelo nell’acqua di lavaggio, i tubi possono congelare e il sistema dei tergicristalli può essere danneggiato. Pertanto, la quantità di antigelo dovrebbe essere aumentata affinché temperature di -25 gradi non siano un problema. Tuttavia, è bene ricordare che alcuni antigelo hanno una protezione limitata a -20 gradi. È quindi indispensabile seguire le raccomandazioni specifiche del produttore.

Copertura invernale del parabrezza

Sia chiaro: rimuovere il ghiaccio dai finestrini e dal parabrezza con acqua calda non è l’ideale, perché può causare crepe nel vetro e danni significativi. Non solo è pericoloso, ma può rivelarsi anche costoso se un finestrino dev’essere sostituito. In alternativa, è possibile proteggere la vettura con una copertura protettiva e, se necessario, può essere utile usare anche il cartone. Quando si applica il foglio protettivo, le finestre devono essere asciutte, altrimenti le protezioni possono congelare e lasciare segni antiestetici. Per sghiacciare, usate uno spray apposito o l’ormai tradizionale raschietto per il ghiaccio.

Batteria

In inverno, la batteria è decisamente un punto debole. Le basse temperature la indeboliscono, perché i processi chimici per produrre energia rallentano. Più la batteria è fredda, meno potenza fornisce. La batteria dovrebbe essere controllata se presenta ripetutamente dei problemi ad avviare il motore. Lo stato di carica può essere determinato con accuratezza attraverso un voltmetro (seguire sempre le istruzioni d'uso). Se il risultato è inferiore a 12 volt, la batteria deve essere ricaricata o sostituita. Se il risultato non è convincente o non vi sentite di farlo da soli, vi consigliamo di rivolgervi ad un’officina.

Abbagliamento

Per evitare l’appannamento e riflessi fastidiosi, le finestre interne dovrebbero essere pulite a fondo. Gli esperti consigliano l’alcool metilico, diluito con acqua, o un detergente per vetri acquistabile al supermercato. Applicare il prodotto, distribuirlo e poi asciugarlo con un panno assorbente o un giornale. Nella stagione fredda, un’auto parcheggiata può diventare molto umida. Vecchi rimedi come le noci avvolte in un panno e poste ai piedi del passeggero, o un piccolo piatto contenente sale da cucina, si rivelano piuttosto utili. Un deumidificatore acquistabile in un negozio di bricolage può aiutare a eliminare l’appannamento dai finestrini dell’auto. Se volete che tutto sia a punto, anche il filtro dell’aria dev’essere sostituito. Per pulire i finestrini, l’aria condizionata e il sistema di sbrinamento devono essere azionati prima di mettersi alla guida.

Carburante/elettricità

Un’automobile elettrica con poco carburante nel serbatoio o con batterie appena cariche non può fare viaggi lunghi. I problemi possono insorgere rapidamente quando l’auto si trova bloccata in un ingorgo, subisce un guasto o viene coinvolta in un incidente. Senza carburante o elettricità, nel migliore dei casi, il viaggio termina nel gelo e il veicolo si raffredda velocemente. In quello peggiore, si può addirittura correre il rischio di ipotermia e di problemi alla salute.

Portiere

Se, dopo una notte gelida, non riuscite più ad aprire la portiera della vostra auto, la prima cosa da fare è controllare se le guarnizioni di gomma o il meccanismo di chiusura si sono congelati. Se si sente il caratteristico rumore meccanico della chiusura centrale e si riesce inserire e girare la chiave nella serratura, ma la porta non si apre, le guarnizioni di gomma della portiera sono difettosi.

Importante: non aprire mai una porta congelata con forza, perché il materiale congelato potrebbe strapparsi. Esercitate piuttosto una pressione contro la porta dall’esterno, affinché il ghiaccio nelle fessure si sciolga dalle guarnizioni. Se accedete all’abitacolo attraverso un'altra porta, provate ad aprire delicatamente dall’interno la portiera del conducente. Prima di mettersi in viaggio, quest’ultima dev’essere sbloccata, in modo da garantire l’accesso da parte dei soccorritori al sedile del guidatore in caso d’incidente.

Un'altra possibilità è quella di versare accuratamente acqua a circa 50 °C intorno al telaio della porta. Non usare mai acqua bollente perché danneggia la vernice. Se la porta è aperta, l’interno della porta e le guarnizioni della porta devono essere pulite per prevenire l’ulteriore formazione di ghiaccio. Se si prevedono dei picchi di freddo durante la notte, le guarnizioni possono essere preparate con un detergente apposito.

La glicerina ha dimostrato di essere una protezione efficace contro il gelo: può essere applicata con un panno sulle guarnizioni delle porte dell'auto. In alternativa, si può usare il balsamo per le labbra o il borotalco, che svolgono entrambi lo stesso effetto. I prodotti che contengono silicone, tuttavia, devono essere usati con cautela. A seconda del mix di materiali delle guarnizioni, possono intaccare il materiale. Prima di usarli, è bene quindi consultare il manuale dell’auto o chiedere informazioni alla stazione di servizio o in un negozio specializzato.

Testo: mid/arei/jri/mru
Immagine: zVg
Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen